Atreyu “The Curse” (2004 -Victory Records-)

Atreyu “The Curse” (2004 -Victory Records-)
Finally Atreyu comes back after their first album “suicide notes and butterfly kisses”.
“The Curse”, out again on Victory Records, the last album of this band, boasts surely one of the best discography-production that there are around at the moment.
With this new cd Atreyu proved themselves, made their way, yes, becoming one of the most successful bands of the modern metal-core, that nothing less have in front of a such great realities like Killswitch Engage and Hatebreed. What distinguish Atreyu is the perfect result and cohesion between the melodic parts and the hard parts, played together in the best way, fused perfeclty together and composed really in an extraordinary way (Killswitch-Engage high school!!). Yes Atreyu are the biggest vanguard of this kind of music…or better of the new-metal-core scene (for to be perfect!). Melodic parts (the drummer is really a monster with his voice!!) are the alternative on metal riffs, Atreyu show that anger and aggressiveness can be also gentleness (or softness) at the same time.Atreyu have a intrinsic message inside their darkness and ambiguity, that is still untouchable, is “elite”, for really a few precious people, but totally ready for invade and contaminate the overseas metal-core crowd. Good Proof.
Walter
Vote: 7,5/10

Atreyu “The Curse” (2004 -Victory Records-)
Finalmente ritornano dopo il loro precedente disco di esordio “suicide notes and butterfly kisses”. The Curse, ultimo disco unscito nuovamente per Voctory Records, vanta sicuramente di una produzione discografica fra le migliori a mio avviso che ci siano in circolazione.
Con questo disco gli Atreyu si affermano come una delle più riuscite moderne metal-core bands, che nulla hanno da invidiare di fronte a bands del calibro di Hatebreed e Killswitch Engage.
Ciò che contraddistingue questi Atreyu è la perfetta e risucita coesione fra parti melodiche e hard, suonate e composte in maniera eccezzionale (I Killswitch Engage hanno fatto davvero scuola), il cui risultato sfocia in quella che si può definire una delle più alte avanguardie del genere.
Riffs metallari che si alternano a parti melodiche/emo perfettamente interpretate dal batterista, Gli Atreyu ci insegnano e dimostrano che rabbia ed aggresività possono essere anche dolcezza allo stesso tempo. Davvero straordinari.
Il messaggio, quello degli Atreyu, intrinseco nella loro oscurità ed ambiguità, rimane ancora intoccabile, d’elite, destinato ad un pubblico realmente di nicchia, pronto ad invadere l’oceano della massa metal-core. Bella Prova.
Walter
Vote: 7,5/10

Atreyu
Victory Records

atreyu_curse