Edward In Venice Interview

Ecco a voi gli Edward In Venice, un’altra realtà di tutto rispetto del panorama core italiano! Assolutamente da supportare! Beccatevela tutta!

1. Ciao ragazzi presentatevi ai lettori di FIRE ALIVE!
Hey Ciao FireAlive !!!
innanzitutto un gigantesco grazie per la considerazione e lo spazio che ci hai dedicato, ci fa tanto piacere !
Noi siamo 5 ragazzi con un mix di eta’ dai 18 ai 23 anni dislocati tra Pesaro e paesini,sobborghi e ghetti delle vicinanze (tipo la storica Montegridolfo di Staccolo).
La nostra storia inizia nel 2010, e’ un po particolare ma anche vissuta,infatti ne abbiamo viste possiamo dure di tutti i colori prima di avere finalmente una formazione ben salda e fissa, arrivata pero’ soltanto a fine marzo 2011; poi con tanta grinta e mordente (druggah) siamo riusciti a registrare il primo Ep quindi il primo full-lenght.

2. Bene…sono davvero curioso di conoscere la storia del nome Edward in Venice
e come siete arrivati a questa scelta, a voi la parola!

La storia del nome deriva da una foto scattata a Venezia in cui e’ ritratto il piu’ ubriaco della serata ovvero il nostro caro amico e compagno di avventure,strippi e schizzate Edward Grinch alias Simone Perini, ex batterista di Bloody Beetroots, Actionmen,This is A Standoff.
Approfittiamo per salutarlo e ringraziarlo per il continuo aiuto e supporto che ci offre

3. “Muori” è veramente un eccellente punto di partenza, complimenti, dopo avere messo in piedi questa line up nel 2010 il risultato non poteva essere migliore. Quanto tempo avete impegato alla stesura dei pezzi e quanto invece in studio di registrazione?
Per quanto riguarda la stesura pezzi ci abbiamo impiegato all incirca 6 mesi (sett./marzo) mentre in studio (prese + mix) non avevamo a disposizione piu di due settimane, causa il tour europeo gia’ programmato per lo scorso aprile pensato per promuovere subito fuori dall Italia il nostro primo disco…fortunatamente eravamo gia’ le idee chiare su come doveva esser il prodotto finito, altrimenti conoscendoci non sarebbero bastati altri 6 mesi!

4. Ma nessuna etichetta si è fatta avanti con proposte per produrre “Muori”?
Oppure è stata una vostra decisione ben precisa di fare tutto DIY?

Nessuna produzione o etichetta si e’ fatta avanti. ma noi non abbiamo mai avuto intenzione di proporlo, ci siamo prefissati dall’inizio che il primo prodotto fosse nostro al 200 xcento, avendo quindi la totale liberta’ di esecuzione,promozione una volta pronto all’uscita.

5. Come descrivereste il vostro sound a chi ancora non vi conosce? A che fans vi “consigliereste”?
Rimane a noi difficile categorizzarci sotto una nicchia di genere,poiche’ crediamo che tutti i nostri pezzi variano molto tra i vari stili e sfumature di hardcore, abbiamo cercato al massimo quindi di non soffermarci soltanto sotto uno di questi.

6. Il vostro è comunque un mix che come si dice “tira” veramente tanto oggi…anche se sembra che ci sono sempre meno persone a concerti metal hardcore, facendo eccezione di bands come As I Lay Dying per esempio. C’è forse poco interesse per l’underground, penso io. Voi che ne pensate?
Sinceramente,in questo momento, pensiamo poco all aria che tira intorno all’underground, certamente e’ impossibile nascondere che siamo un po’ preoccupati e delusi dalla poca e smorta scena italiana rispetto all europea.

7. L’underground prima di tutto, tutti sono passati da lì.
Guarda FireAlive ti diciamo solo una cosa:
il nostro primo concerto in assoluto lo abbiamo fatto nel maggio 2011 dentro la nostra sala prove,stupenda e’ stata la risposta da parte di amici e curiosi vari che erano piu di 60 persone ! risultato magnifica serata che abbiamo deciso di riproporla, quindi ospitando diverse band italiane,europee e USA sempre attinenti alla nostra scena.

8. Come vanno le esperienze live? Collaborate con un’agenzia di booking?
Avete già avuto esperienze in Europa? Se si parlatecene.

Dallo scorso maggio collaboriamo con due agenzie di booking:
per quanto riguarda l Italia RRLive Agency mentre a livello europeo con la Zero Talent Booking.
Prima di loro abbiamo avuto diverse esperienze live qua in Italia,aprendo anche band come This is A Standoff e A Wilhelm Scream,pensiamo sia abbastanza buona la scena della riviera est, da Ravenna a Rimini per intenderci. A livello europeo abbiamo alle spalle un tour,fatto lo scorso aprile tra Belgio, Olanda e Germania.

9. Progetti per l’immediato futuro?
Siamo alla fine ragazzi, grazie mille per tutto e ancora complimenti per l’alto tasso di talento che c’è nella vostra band! Grandi, A presto! Stiamo progettando e girando il nuovo video al momento, per il prossimo mese sara’ questo il nostro interesse principale.
Ogni singolo giorno va avanti la nostra promozione del nostro disco “MUORI” tramite i vari canali del web…qualche nuovo pezzo inedito sara’ pronto per i prossimi live, quindi fino al prossimo inverno avremo la testa su nuove melodie. Dal 15 ottobre al 4 novembre saremo in giro tra Europa e UK per il secondo tour.
Grazie ancora a FireAlive per lo spazio e la considerazione dedicati !!!
Salutiamo tutti i lettori lasciando:
facebook
bandcamp
Speriamo di vederci presto su qualche palco o concerto!

Edward In Venice

Walter